BlaBlaGym

Cerca
Close this search box.
Alcune le abbiamo viste in pedana ai Mondiali Junior, altre sono new entry da conoscere: ecco le giovani promesse del 2024!

Come sapete, parlare delle nuove star mi piace sempre moltissimo: ecco perché, essendo a inizio anno, ho deciso di fare un riassunto delle ginnaste junior che vedremo probabilmente in pedana quest’anno!

Il principale appuntamento di quest’anno per molte di loro saranno i Campionati Continentali, ma attenzione: l’anno prossimo ci sarà la terza edizione dei Mondiali Junior! Alcune nazioni lo scorso anno hanno fatto gareggiare solo ginnaste che l’anno prossimo diventeranno senior: per queste nazioni ci saranno quindi nuove ginnaste da scoprire. Inoltre, sarà interessante capire la strategia dei vari Paesi: mandare le 2009 o puntare già sulle 2010, che parteciperanno ai Mondiali Junior nel 2025?

Ricordo infine che, come annunciato in precedenza, attualmente già tutti i regolamenti ufficiali 2024 riportano 14-15 anni come fascia d’età per le Junior: nei tornei e gare FIG – ad esempio Europei, Gracia Fair Cup o Deleanu Cup – per le Junior sono indicati solo 2009 e 2010 (mentre in molti tornei non-FIG le 2011 vengono ancora inserite come Junior I).

Le classe 2009 all’ultimo anno junior

Le ginnaste nate nel 2009 saranno junior per l’ultimo anno nel 2024. Due su tutte sono pronte ad aggiungere altre medaglie ai loro già ricchi palmarés: stiamo parlando ovviamente di Amalia Lica (ROU) e Alona Tal Franco (ISR). Campionessa europea alle clavette e argento mondiale al cerchio la prima, campionessa mondiale e bronzo europeo al cerchio la seconda, entrambe hanno già due anni di gare internazionali alle spalle e sono pronte a far faville.

Tra le altre ginnaste classe 2009 viste ai Mondiali Junior, vorrei segnalare anche Mishel Nesterova (UZB), bronzo al nastro, e le finaliste Lola Djuraeva (UZB – nella foto di copertina) e Boglarka Barkoczi (HUN), rispettivamente 7^ e 8^ alle clavette. Ci è giunta invece con sommo dispiacere la notizia del ritiro di Lara Manfredi (ITA), alla quale auguriamo il meglio per il suo futuro!

Le ginnaste che invece hanno sfiorato la finale ai Mondiali sono Nuray Ahmadzada (AZE) 9^ al nastro, Dariya Kusherbayeva (KAZ) 11^ al cerchio, Alja Ponikvar (SLO) 10^ alla palla, Violeta Bacigalupo (ESP) 14^ alle clavette e Alia Ahmed (EGY) 12^ alle clavette e vincitrice di svariate medaglie ai recenti Comegym di Rimini.

Italia e Bulgaria hanno portato ai mondiali solo ginnaste classe 2008, quindi dovranno sfoderare nuove campionesse. La Bulgaria, che ha già effettuato una prima selezione nazionale, presenterà probabilmente come ginnasta di punta la 2009 Dara Malinova (BUL), nel team nazionale dal 2022, insieme alla new entry Alexandra Shalueva (BUL), originaria di Odessa. In Italia non sono ancora state fatte convocazioni ufficiali, ma la vincitrice del campionato italiano per le 2009 è stata Margherita Fucci (Cervia), che ha quindi ottime possibilità di rappresentare la sua nazione.

La classe 2010 in preparazione ai Mondiali 2025

Le ginnaste nel 2010 hanno due anni di categoria junior davanti a loro: potranno partecipare sia ai Campionati Continentali 2024 che, soprattutto, alla nuova edizione dei Mondiali Junior nel 2025.

Alla scorsa edizione dei Mondiali Junior hanno già partecipato anche alcune 2010: tra di loro c’è la promettente Lisa Garac (ROU), 6^ alla palla e unica 2010 finalista. Tra le 2010 meglio classificate ci sono anche Elena Vukmir (HUN) 11^ alla palla, Nazrin Abdullayeva (AZE) 11^ alle clavette, Shams Aghahuseynova (AZE) 13^ al cerchio e Sofia Jakovleva (EST) 12^ al nastro.

Non hanno partecipato ai Mondiali, ma tra le nuove star pronte a esordire su pedane prestigiose ci sono l’elegantissima ucraina Dariia Oveichyk (UKR) e la grintosa Natalie de La Rosa (USA), della quale avevamo già parlato lo scorso anno. La Bulgaria potrà contare su Magdalena Valkova (BUL), nel team nazionale già dallo scorso anno, e sulla new entry Alexia Rasheva (BUL). L’Ucraina potrebbe schierare anche Anna Vykhodets (UKR), mentre in Italia la vincitrice tra le 2010 è stata Chiara Cortese (Eurogymnica). Non ho trovato classifiche ufficiali, ma per la Spagna mi ha colpito la giovane Marta Pérez (ESP), mentre la Germania potrebbe schierare Victoria Magel (GER).

Video Junior 2024

Ecco un video per ognuna delle ginnaste di cui vi ho parlato oggi: cliccate sul nome per visualizzarlo!

Conoscevate queste junior? Chi sono le vostre preferite? Aggiungereste qualcun altro alla lista? Fatemelo sapere nei commenti!

8
2
 
Ex-ginnasta, graphic designer, fondatrice del blog. Orgogliosamente redhead con un sacco di lentiggini.

Condividi

con WhatsApp
con Telegram

Commenti

Tratta tutti con rispetto e cortesia! Questo blog è soggetto a moderazione postuma. Netiquette
Pastorelli
14 Commenti
Più recente
Meno recente Più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Mirjam
1 mese fa
Risposta a  Beatrice Vivaldi

Ma quante convocate!! Sono molto molto contenta che si confrontino così tante ginnaste, con dei criteri di convocazione tutto sommato anche abbastanza trasparenti! Speriamo che sia di buon auspicio! 🤞🏻

ppale02
1 mese fa
Risposta a  Mirjam

Sono molto felice di vedere che vengono chiamati così tanti e, sorprendentemente, sono inclusi così tanti 2010. Spero che Piergentili, Cortese e Parente possano arrivare alla selezione finale. I loro esercizi sono unici e bellissimi, che spero di vedere presto sulla scena internazionale.

Nicky70
1 mese fa
Risposta a  ppale02

Tantissime anche se le 2010 li potrebbero fare anche il prossimo anno .

Nicky70
1 mese fa
Risposta a  Nicky70

Un “anche” in più

Nicky70
1 mese fa

Punteggi esagerati per tutte Senior e junior alcune poi con errori , non capisco l’utilità .

Arina
1 mese fa

Scusate,ma i punteggi a Motto non mi sembrano reali…

Minimille
1 mese fa
Risposta a  Arina

Si, soprattutto per le sue ginnaste non di serieA

Mirjam
1 mese fa
Risposta a  Minimille

Mah, in realtà mi pare che siano tutti abbastanza folli: i punteggi di quasi tutte le Senior A sarebbero da Mondiali, credo sia abbastanza palese che non possano essere presi come riferimento, neanche su scala nazionale 😅

Mr Magoo
1 mese fa
Risposta a  Mirjam

Li ho visti anch’io ora…. pare che la Varfolomeev non abbia dormito tutta notte, preoccupatissima per la sua corona di regina mondiale!
Scherzo, naturalmente, con tutto il rispetto per le ragazze di Motto – fortissime tutte, anche i nuovi prospetti – è pur sempre un torneo amichevole: dove, notoriamente, vale tutto.

Arina
1 mese fa
Risposta a  Mr Magoo

Vale tutto in amichevole si,finché non li metti su gymresult, vedi torneo amichevole di Desio e altri..

Ginny
1 mese fa

A Caorle dietro alla slovena che hai citato sono arrivate Marcon e Piergentili

A motto Fulignati punteggioni tra le senior e Fucci Ancor di più tra le junior

Quando faranno la selezione italiana per le junior?

Pepenero
1 mese fa

Bello questo articolo! Come sempre, peccato che l’ ottusità della fgi non permetta di conoscere il nostro vivaio. Nell’ era dei social è davvero un autosabotaggio non sfruttare questa visibilità.

Mr Magoo
1 mese fa
Risposta a  Pepenero

Ciao Pepenero, mi era sfuggito il tuo commento, rimedio subito.
Mi trovi d’accordo, ma non parlerei di “ottusità” riguardo il comportamento della nostra Federazione.
Deve esserci qualcos’altro, altrimenti no, non si spiega. In passato, anche di recente, credo di avervi abbondantemente stufato con le mie critiche proprio riguardo il comportamento della FGI nella divulgazione, comunicazione e promozione della nostra disciplina.
A Roma quelle che sono le critiche mie, tue e di molti altri a questo stato di cose o sono ignorate o, addirittura, sono spunto per risposte risentite e stizzite.
Tu hai ragione, ovviamente.
Il canale dei social – nell’epoca degli influencer che fanno milioni di followers con un ballettino, uno scherzo e fesserie varie – se adeguatamente sfruttato con un format attraente e moderno, consentirebbe a costo zero una maggiore diffusione e interesse del pubblico.
Pensa al Fantaritmica e a quei ragazzi che con un’iniziativa spontanea hanno arricchito la scena, all’inizio quasi mal sopportati dalla FGI.
E ricorda l’avversione per un’altra iniziativa spontanea, quella di Beatrice con il suo Forum, osteggiata in nome di una comunicazione non allineata con quella federale e in nome della tutela dell’esclusiva FGI sui diritti di pubblicazione di video e immagini.
Poi vai a vedere – non mi invento nulla, basta consultare il sito FGI – quanto “valgano” quei diritti e scopri (Bilancio 2022 FGI) che dalla cessione di quelli hanno ricavato 500 euro (!!!), 500 non 500.000…
E’ come se i nostri dirigenti, per oscuri motivi, temano di “crescere”, di allargare la partecipazione e la conoscenza ai suoi stessi veri portatori di interesse (stakeholders che fa più figo) che, se ne facciano una ragione non sono gli sponsor (da cui raccolgono a malapena mezzo milione di euro) ma i propri tesserati e le loro famiglie che lo scorso anno solo con iscrizioni e tesseramenti hanno garantito alla FGI oltre 5 milioni di euro (sempre fonte FGI).