BlaBlaGym

Ciao amici di BlaBlaGym! Oggi voglio inaugurare un nuovo tipo di articolo, meno strutturato del solito e senza tante formalità: un po’ come se fossimo in salotto a fare due chiacchierare sulla ritmica!

La mia nuova crush: Maria Eduarda – Ragazzi, dovete assolutamente recuperare i video di Maria Eduarda Alexandre. A Santiago ha portato a casa un sacco di medaglie: un bronzo, due ori e un argento, con esercizi super a cerchio e clavette. Le sue routine sono così armoniose e musicali, ed è solo una 2007! Domingos, fatti sotto per difendere la tua quota olimpica, che Maria Eduarda è fortissima.

Griskenas ce l’ha fatta (di nuovo) – Griskenas si è qualificata per le Olimpiadi, ma non è stato facile: ha avuto un vantaggio di pochi centesimi su Malpica fino all’ultimo esercizio. Non mentirò, avrei festeggiato anche per la messicana; ma Evita l’ho da sempre paragonata a Milena, entrambe veterane, “diesel” ma sempre pronte al momento giusto. Ammetto che mi è scappata una lacrimuccia alla conclusione dell’esercizio al nastro con l’abbraccio alla sua coach!

Il Brasile e la sua squadra camaleontica – Il Brasile ha letteralmente spazzato via i Panamerican Games, portando a casa tutti gli ori disponibili, sia nelle gare individuali che a squadre, e la maggior parte degli argenti individuali. Oltre a Maria Eduarda, mi ha impressionato la squadra con la sua nuova formazione. Meno di un mese fa, alcune di queste ginnaste (ma non tutte) si sono esibite ai Campionati Sudamericani, e in entrambe le formazioni della squadra mancavano due dei pilastri, Medrado e soprattutto la capitana Arakaki. Ecco un esempio di ricambio di ginnaste efficace, funzionante e ben pianificato!

Lewinska is on fire – Guardando gli ultimi video, sono sempre più convinta che Liliana Lewinska possa davvero qualificarsi per Parigi. Ha fatto la scelta giusta mantenendo i suoi esercizi con la palla e il nastro, mentre ha montato due nuove routine per cerchio e clavette, che personalmente adoro e trovo perfette su di lei. Nelle clavette, c’è persino un momento in cui la canzone dice “Icy eyes” e Liliana fa un piccolo occhiolino con i suoi occhioni azzurri – incantevole!

Il ritorno di Nikolchenko – Sappiamo tutti che Vlada Nikolchenko è tornata, ma in che forma? Questo weekend ha partecipato a una competizione e abbiamo avuto uno sneak peek delle sue performance. Onestamente, sarei pronta a pagare per avere delle BD così dopo due anni di pausa (e probabilmente nemmeno dopo 10 anni di allenamento ci riuscirei). Al tuttavia momento sembra ancora un po’ altalenante e mi chiedo se il suo ritorno sia stato pianificato al meglio: se voleva puntare a Parigi, forse sarebbe stato meglio ricominciare un anno fa per cercare di ottenere una quota. Non credo che riuscirà a minacciare Vika, a meno di qualche spintarella.

Il corridoio delle Deriugina – Col mio gruppo di amiche siamo fortemente convinte che le Deriugina abbiano un corridoio accanto alla palestra in cui nascondono le ginnaste, per poi tirarle fuori all’improvviso quando servono. Anastasiia Ikam è una di loro: dove l’hanno tenuta fino ad ora? È arrivata 3^ ai recenti campionati Ucraini dietro a Onopriienko e Nikolchenko, ma davanti a Pohranychna e Horodnychna. Recuperate i suoi video perché merita; le manca solo un po’ di personalità, ma quello ahimé è un problema della sua scuola.

Una Sofia più matura – Ho recuperato i video dei nuovi esercizi di Sofia Sicignano alla Happy Cup – che ha vinto davanti alle due francesi – e ho notato una trasformazione nel suo stile: prima era una “fatina“, con scelte musicali ed esercizi molto eleganti e soft, mentre il nuovo programma mi pare più maturo, moderno e, a mio parere, interessante.

Euskalgym – Non sono riuscita a recuperare tutti i video dell’Euskalgym, ma le esibizioni di Sofia Raffaeli e Alice Taglietti non me le sono perse. Di Sofia ho trovato molto belli sia la scelta musicale che gli “effetti speciali”, che non vi spoilero; lei mi è sembrata ancora più grande e matura. Non vedo l’ora di vedere il nuovo programma! Di Alice commovente tutto: la canzone, l’esibizione e la storia, lei meravigliosa – soprattutto nella parte a corpo libero. Non so se parteciperà ai nazionali gold e come andrà, ma le auguro di aver trovato una nuova serenità.

Nuovi social – Qualcuno di voi l’avrà notato, ma da qualche giorno ho cambiato i profili social per esigenze pratiche: ora trovate blablagym.blog su Instagram, BlaBlaGym di Beatrice Vivaldi su Facebook, e sono approdata anche su Twitter/X. Vi aspetto!

Vi ricordo che sono gli ultimissimi giorni per rispondere al sondaggio sui campionati gold: dai che arriviamo a 500 risposte 😉

8
12
  
Ex-ginnasta, graphic designer, fondatrice del blog. Orgogliosamente redhead con un sacco di lentiggini.

Commenti

Questo blog è soggetto a moderazione postuma dei messaggi. Tratta tutti con rispetto e cortesia!

7 Commenti
Più recente
Meno recente Più votato
Inline Feedbacks
View all comments

E a proposito di ginnaste brasiliane: è stata ufficializzata la candidatura del Brasile per i Mondiali 2025! L’occasione per brillare di Maria Eduarda 😉

https://www.facebook.com/cbginasticaoficial/posts/pfbid02sSSrQ11PuDiSAoN1StnrBiZmRWQ6kB24p8QpB8t7UsnrTwBxL8zgf6HM5HwAsk56l

Maaa si parla della stratosferica squadretta junior che abbiamo visto quest’anno?

Mi accodo al neo fanclub di Alexandre, veramente una splendida ginnasta! Quest’anno aveva un esercizio al cerchio estremamente competitivo e gli altri tre un po’ più “nella media”, se per l’anno prossimo riuscirà a portarli tutti allo stesso livello sarà veramente una minaccia! Anche se per Parigi continuerò a tifare Domingos 😉

Sono veramente incuriosita dalla squadra del Brasile: ammetto che solitamente non faccio molto caso alle formazioni, ma credo che l’anno prossimo vi presterò particolare attenzione, voglio proprio capire come si organizzeranno! In ogni caso felicissima che stiano sfondando il taboo delle riserve!

Non potrei essere più d’accordo su Sicignano: non ero una grande amante del suo programma precedente (semplicemente perché trovavo le musiche troppo simili tra loro) e sono molto contenta che abbiano deciso di variare stili e generi! Considerato che ha cambiato ben tre esercizi la vedo già molto pulita, chissà che nel 2024 non riusciremo finalmente a vederla in una World Cup!

In generale, mi fa molto piacere che sempre più società italiane cerchino di partecipare a vari tornei internazionali: so che per le famiglie è una spesa aggiuntiva, e soprattutto per quelle del centro-sud comporta anche spostamenti notevoli, ma penso sia veramente una grande occasione per le ginnaste di confrontarsi in vari contesti e con ritmi di gara diversi!

Già la adoro questa nuova tipologia di articoli😍😍
Anche io sono rimasta affascinata da Maria Eduarda e dai suoi esercizi alla palla e al cerchio così eleganti e delicati. Ammetto che non l’avevo guardata attentamente prima e soprattutto non avevo idea che fosse 2007! Ipergiovane!
La nuova musica alle clavette di Liliana la sto cantando in loop da almeno un paio di settimane: decisamente il suo esercizio che preferisco. Trovo azzeccatissima l’idea di una regina conquistatrice dei mari del Nord e del Sud per una divoratrice di pedane come Lewinska.
Anche se, devo dire la verità, io forse sono più team Lytra per le Olimpiadi…
L’Euskalgym è stato uno spettacolo stupendo, dall’inizio alla fine. Ho amato rivedere Krasnobaeva con palla e nastro (in cui ha una musica usata da Julieta, forse per un galà?), ho trovato diversa dal solito l’esibizione di Darja (che coi capelli sciolti sta benissimo), ho adorato Milena in vesti spagnoleggianti (ha uno sguardo magnetico ed è così carismatica che… wow!) e che dire di Sofia e Alice. Una più bella dell’altra, anche se diversissime. Due canzoni profonde ed emozionanti che hanno interpretato ognuna con il proprio vissuto… Superlative❤️
Complimenti a chi ha aiutato queste ragazze a montare le esibizioni, il vostro lavoro è stato molto apprezzato.
Insomma, tutto questo per dire che sono d’accordo con te Beatrice praticamente su tutto 🙂
Non sono al passo con i programmi di Nicolchenko e Ikam, ma rimedio subito!
Ah, in ultimo, la riflessione che fai sulla squadra brasiliana mi sembra molto giusta e degna di attenzione, ma hai già detto tutto benissimo e non aggiungo altro

Mi piace il “salottino ritmico”!!!