BlaBlaGym

Cerca
Close this search box.
A cosa serve seguire uno sport basato su complessi sistemi matematici, se non per studiarne qualche statistica? Ecco allora una piccola analisi della stagione agonistica internazionale 2023!

Questo è un periodo di resoconti, classifiche, e di sguardi all’anno che si sta concludendo per prepararsi a quello che verrà. Ecco dunque un breve resoconto, esclusivamente basato sui numeri, delle prestazioni delle individualiste internazionali nell’anno 2023!

Non si finisce mai di dirlo: il livello della ritmica internazionale è ormai altissimo e qualsiasi criterio utilizzato per scegliere quali ginnaste includere in questa analisi avrebbe sicuramente escluso qualcuno di interessante. Per questo piccolo studio ci basiamo sulla classifica All Around del Mondiale di Valencia: per le individualiste sono prese in considerazione le prime 30 classificate.

Per quanto riguarda le gare, sono stati inseriti i punteggi dei circuiti di Gran Prix (Tartu, Marbella e Thiais), World Cup (Palaio Faliro, Sofia, Tashkent, Baku e Milano) e World Challenge Cup (Portimao e Cluj-Napoca). A questi si aggiungono i Campionati Continentali (Europei, d’Asia e Panamericani) e, infine, i Mondiali di Valencia.

Come ben sappiamo, ogni gara è a sé e i criteri di valutazione possono variare; tuttavia, è comunque interessante provare a vedere cosa succede quando mettiamo a confronto i punteggi. Partiamo!

Individualiste dopo la gara a Valencia – Foto: Ulrich Fassbender

La classifica All Around

Partiamo questa analisi con la media della classifica All Around, cioè quella determinata dalla somma dei punteggi dei 4 esercizi (cerchio, palla, clavette e nastro). Grazie soprattutto alle loro performance nelle tappe di World Cup, Raffaeli e Nikolova dominano questa virtuale classifica basata sulla media dei punteggi. Alle loro spalle, racchiuse in poco più di 2 punti, ci sono ben cinque ginnaste, da Kaleyn a Onopriienko, tutte salite almeno una volta sul podio nel corso della stagione, e tutte valide concorrenti ai maggiori titoli della stagione.

Ma la vera sorpresa, forse, arriva ancora dietro: dall’8^ posizione di Vedeneeva in giù, infatti, non ci sono ampi scarti di punteggi, ma solo un calo molto regolare, a volte solo di pochi centesimi. Questo ben rappresenta il livello omogeneo delle ginnaste, e quanto sia facile scendere o salire anche di molte posizioni solo per un errore o un’ottima esecuzione, come dimostra la differenza tra la media di Taniyeva, Wang e Karbanov e la loro effettiva prestazione ai Mondiali.

Media All Around Individualiste – Analisi di BlaBlaGym

1🇮🇹 Raffaeli132,47
2🇧🇬 Nikolova131,57
3🇧🇬 Kaleyn129,16
4🇮🇱 Atamanov129,15
5🇩🇪 Varfolomeev128,81
6🇺🇿 Ikromova127,16
7🇺🇦 Onopriienko126,93
08🇸🇮 Vedeneeva123,03
9🇩🇪 Kolosov122,08
10🇰🇿 Taniyeva121,82
11🇪🇸 Berezina121,31
12🇧🇷 Domingos121,28
13🇪🇸 Bautista120,21
14🇺🇸 Griskenas120,15
15🇭🇺 Pigniczki120,09
16🇬🇷 Lytra120,01
17🇦🇿 Aghamirova119,77
18🇮🇹 Baldassarri119,41
19🇺🇦 Karika119,03
20🇮🇱 Katz118,80
21🇺🇿 Atalyants118,78
22🇨🇳 Wang118,26
23🇧🇷 Santos117,99
24🇰🇿 Zhailauova117,77
25🇷🇴 Dragan116,34
26🇫🇷 Karbanov116,01
27🇷🇴 Verdes114,81
28🇭🇺 Wiesner114,72
29🇲🇽 Malpica112,56
30🇫🇮 Piiroinen109,83

Andiamo ora ad analizzare nel dettaglio l’andamento delle ginnaste, seguendo l’ordine della classifica AA di Valencia. Non è una sorpresa, ma la crescita di Varfolomeev nel corso della stagione è comunque impressionante, sia nel complesso, sia se si considera che il picco più notevole, tra la World Challenge Cup di Cluj Napoca e la World Cup di Milano, è avvenuto nel corso di una sola settimana. Raffaeli è stata invece piuttosto regolare, ma è cresciuta notevolmente nella seconda parte di stagione. Nikolova e Ikromova hanno avuto andamenti quasi opposti: entrambe hanno avuto dei picchi ai campionati continentali e ai mondiali, ma per la prima sono stati negativi, mentre per la seconda positivi. Infine, pur gareggiando in sole due competizioni, Atamanov è comunque riuscita a migliorarsi, dimostrandosi una vera garista.

Nonostante l’allontanamento dalle pedane per diverso tempo, Kaleyn è riuscita a mantenersi in costante miglioramento, così come Vedeneeva, che è rimasta in una fascia di punteggio molto stretta per gran parte della stagione. Onopriienko, invece, ha avuto un momento di difficoltà a metà stagione, ma è stata in grado di riprendersi per i Mondiali. Sia Bautista che Wang, al contrario, sono state estremamente irregolari nel corso della stagione e il loro exploit a Valencia, sebbene non una totale sorpresa, non era di certo scontato.

Pur con qualche momento di difficoltà, Domingos ha sicuramente avuto una stagione complessivamente in crescita. Kolosov, Baldassarri e Berezina hanno avuto un andamento sorprendentemente simile: tutte e tre hanno avuto un drastico calo circa a metà stagione, che ha però dato il via a una lenta ricrescita in vista dei Mondiali. Dragan, al contrario, è l’unica individualista a non aver avuto scivoloni: il suo miglioramento, pur lento, è stato incredibilmente continuo e costante.

In un generale andamento poco costante, Pigniczki, Karbanov e Verdes hanno avuto la peggior competizione della stagione agli Europei, per poi migliorare nettamente nella seconda parte di stagione. Alla stessa competizione Aghamirova ha invece raggiunto il suo massimo risultato, mantenendosi poi allo stesso livello a Valencia. La crescita di Zhailauova sarebbe impressionante in ogni caso, ma tanto più se si considera a quante poche competizioni ha preso parte e che parliamo di una neo-Senior.

In un grafico quasi opposto a quello precedente, troviamo Santos e Karika: entrambe hanno avuto il loro picco stagionale ai campionati continentali, ma non sono poi riuscite a mantenersi allo stesso livello a Valencia. Lytra e Atalyants, invece, sembravano aver intrapreso la strada giusta, ma hanno poi ceduto alla pressione dei Mondiali. Wiesner, al contrario, ha avuto una crescita sorprendente nella seconda parte di stagione, raggiungendo risultati sicuramente inaspettati.

Media Punteggi 2023 – dal 15° al 18° posto

Taniyeva e Katz sono state sicuramente le più grande sorprese negative dei Mondiali: il loro rendimento è stato in calo per tutta la seconda metà di stagione, ma ha subito un ulteriore calo a Valencia. Nonostante l’infortunio che l’ha fermata per molto tempo, Griskenas si è mantenuta molto costante, al contrario di Malpica, che ha avuto dei risultati fortemente altalenanti. Infine, Piiroinen è stata estremamente costante per tutta la stagione, ma proprio a Valencia è riuscita a fare la sua miglior performance.

La classifica al cerchio

Per quanto riguarda i singoli attrezzi, invece, ci sono molte conferme, ma anche qualche sorpresa. Gli andamenti dei singoli attrezzi sono, in generale, molto più irregolari, dato che includono anche le finali di specialità e i singoli errori sono più evidenti, pur osservando soltanto le sei ginnaste con la media più alta. Nota: pur essendo inclusa in quasi tutti i grafici per completezza, non ci sono commenti su Atamanov, dati i pochissimi dati a disposizione.

Anche quest’anno il cerchio si è confermato l’attrezzo di punta di Raffaeli, mentre Nikolova è solo terza, dietro Onopriienko, che non a caso è diventata campionessa europea proprio in questa specialità. Anche per Pigniczki il cerchio è stato un attrezzo di punta, confermato dallo storico bronzo mondiale. Rispetto alla media All Around, invece, Katz e Taniyeva si sono scambiate di posizione, con uno scarto notevole per entrambe: per quest’ultima, in particolare, il cerchio è stato l’attrezzo più problematico.

Media Cerchio Individualiste – Analisi di BlaBlaGym

1🇮🇹 Raffaeli34,45
2🇺🇦 Onopriienko33,58
3🇧🇬 Nikolova33,24
4🇩🇪 Varfolomeev33,11
5🇮🇱 Atamanov32,96
6🇧🇬 Kaleyn32,38
7🇺🇿 Ikromova32,19
8🇭🇺 Pigniczki32,14
9🇩🇪 Kolosov32,00
10🇮🇱 Katz31,53
11🇸🇮 Vedeneeva31,39
12🇪🇸 Berezina31,29
13🇦🇿 Aghamirova31,05
14🇧🇷 Santos30,99
14🇨🇳 Wang30,99
16🇪🇸 Bautista30,98
17🇮🇹 Baldassarri30,80
18🇰🇿 Zhailauova30,78
19🇺🇸 Griskenas30,74
20🇧🇷 Domingos30,72
21🇰🇿 Taniyeva30,71
22🇺🇦 Karika30,59
23🇬🇷 Lytra30,55
24🇺🇿 Atalyants29,95
25🇲🇽 Malpica29,78
26🇫🇷 Karbanov29,67
27🇫🇮 Piiroinen29,63
28🇷🇴 Verdes29,18
29🇷🇴 Dragan29,17
30🇭🇺 Wiesner28,44

Raffaeli e Onopriienko si distinguono per non essere praticamente mai scese sotto il 32, mentre le bulgare hanno dei picchi molto evidenti, sia in alto che in basso. Varfolomeev ha avuto un andamento quasi regolare nei suoi errori (una volta bene, una meno), prima della crescita netta dell’ultimo periodo.

La classifica alla palla

In top 6 alla palla troviamo le stesse ginnaste dell’All Around, con Nikolova, Varfolomeev e Kaleyn che superano Raffaeli; per Berezina e Aghamirova questo è stato l’attrezzo di punta, come confermato anche dal bronzo europeo di quest’ultima. Notevole anche la posizione di Atalyants: la palla è stato l’unico attrezzo che ha portato ai Campionati d’Asia, e le è valso uno splendido argento. Al contrario, questo è stato l’attrezzo peggiore per Kolosov.

Media Palla Individualiste – Analisi di BlaBlaGym

1🇧🇬 Nikolova33,69
2🇩🇪 Varfolomeev33,28
3🇧🇬 Kaleyn33,00
4🇮🇹 Raffaeli32,96
5🇮🇱 Atamanov32,41
6🇺🇿 Ikromova31,94
7🇰🇿 Taniyeva31,81
8🇦🇿 Aghamirova31,53
9🇪🇸 Berezina31,25
10🇸🇮 Vedeneeva31,21
11🇺🇿 Atalyants31,03
12🇺🇸 Griskenas30,87
13🇪🇸 Bautista30,86
14🇺🇦 Onopriienko30,80
15🇮🇹 Baldassarri30,71
16🇭🇺 Pigniczki30,50
17🇬🇷 Lytra30,43
18🇩🇪 Kolosov30,41
19🇧🇷 Santos30,21
20🇨🇳 Wang30,01
21🇧🇷 Domingos29,97
22🇫🇷 Karbanov29,95
23🇷🇴 Dragan29,86
24🇰🇿 Zhailauova29,77
25🇺🇦 Karika29,76
26🇭🇺 Wiesner29,54
27🇮🇱 Katz28,92
28🇷🇴 Verdes28,52
29🇫🇮 Piiroinen28,48
30🇲🇽 Malpica27,96

Eccetto un brutto momento a metà stagione, Nikolova si è generalmente mantenuta su ottimi punteggi; tuttavia, Varfolomeev è stata l’unica a riuscire a superare con costanza il 35 a fine stagione, dopo un inizio di alti e bassi. Allo stesso modo Kaleyn, una volta tornata a gareggiare, si è saputa mantenere a buoni livelli. Raffaeli è stata meno costante, anche se è l’unica ad essere sempre rimasta sopra il 30. Ikromova, al contrario, è stata più stabile, ma ha avuto la peggior esecuzione proprio nelle qualificazioni di Valencia.

La classifica alle clavette

Forse sorprendemente, le clavette sono l’attrezzo con le medie più ravvicinate: le prime sei ginnaste hanno una media compresa nei 32 punti, con pochissima distanza tra l’una e l’altra. Nikolova guida anche questa classifica, la cui top 10 comprende tutte le prime 10 della media All Around. Per Lytra e Karika questo è stato decisamente l’attrezzo di punta, mentre hanno creato più difficoltà sia a Bautista che a Baldassarri.

Media Clavette Individualiste – Analisi di BlaBlaGym

1🇧🇬 Nikolova32,92
2🇮🇹 Raffaeli32,67
3🇧🇬 Kaleyn32,64
4🇩🇪 Varfolomeev32,62
5🇺🇿 Ikromova32,18
6🇺🇦 Onopriienko32,13
7🇮🇱 Atamanov31,59
8🇸🇮 Vedeneeva30,67
9🇰🇿 Taniyeva30,42
10🇩🇪 Kolosov30,28
11🇬🇷 Lytra30,21
12🇧🇷 Domingos30,20
13🇪🇸 Berezina30,18
14🇺🇦 Karika30,04
15🇮🇱 Katz30,01
16🇭🇺 Pigniczki29,93
17🇰🇿 Zhailauova29,83
18🇦🇿 Aghamirova29,76
19🇺🇸 Griskenas29,73
20🇨🇳 Wang29,55
21🇷🇴 Dragan29,27
22🇮🇹 Baldassarri29,20
23🇺🇿 Atalyants29,03
24🇧🇷 Santos28,92
25🇪🇸 Bautista28,84
26🇭🇺 Wiesner28,78
27🇷🇴 Verdes28,64
28🇫🇷 Karbanov28,02
29🇲🇽 Malpica27,60
30🇫🇮 Piiroinen27,32

Considerato anche che le clavette hanno avuto, in generale, punteggi più bassi di cerchio e palla, non stupisce che quasi tutte le ginnaste siano scese almeno una volta sotto il 30; solo Raffaeli è riuscita a mantenersi sempre sopra, sebbene ci sia arrivata molto vicina ai Mondiali. Nel complesso, nessuno è riuscito a evitare di avere almeno una brutta esecuzione, ma solo Nikolova e Varfolomeev sono riuscite a sfiorare i 35 punti.

La classifica al nastro

Pur essendo l’attrezzo più imprevedibile, la classifica della media del nastro non è così diversa dalle altre, o almeno, non quanto ci si potrebbe aspettare. Kaleyn supera di pochissimo Onopriienko in cima alla classifica, ma è Domingos a fare il salto più grande, superando persino Raffaeli e Ikromova. Anche per Santos e Dragan il nastro è stato il miglior attrezzo, mentre per Pigniczki si è rivelato particolarmente ostico.

Media Nastro Individualiste – Analisi di BlaBlaGym

1🇧🇬 Kaleyn31,48
2🇺🇦 Onopriienko31,43
3🇩🇪 Varfolomeev31,30
4🇧🇬 Nikolova31,15
5🇮🇱 Atamanov30,73
6🇧🇷 Domingos30,57
7🇮🇹 Raffaeli30,55
8🇺🇿 Ikromova30,54
9🇸🇮 Vedeneeva30,50
10🇰🇿 Taniyeva30,00
11🇪🇸 Bautista29,76
12🇺🇸 Griskenas29,44
13🇩🇪 Kolosov29,18
14🇧🇷 Santos29,14
15🇷🇴 Dragan29,05
16🇮🇱 Katz29,01
17🇮🇹 Baldassarri28,98
18🇪🇸 Berezina28,91
19🇬🇷 Lytra28,81
20🇺🇦 Karika28,75
21🇭🇺 Pigniczki28,67
22🇦🇿 Aghamirova28,63
23🇫🇷 Karbanov28,58
24🇨🇳 Wang28,50
25🇺🇿 Atalyants28,45
26🇷🇴 Verdes27,63
27🇭🇺 Wiesner27,53
28🇲🇽 Malpica27,49
29🇰🇿 Zhailauova27,38
30🇫🇮 Piiroinen24,63

Un po’ come negli altri attrezzi, una volta riprese le gare Kaleyn è stata molto regolare, al contrario di molte contendenti. Sia Onopriienko che Nikolova hanno purtroppo avuto un Mondiale non alla loro altezza con quest’attrezzo, e ad approfittarne è stata Varfolomeev, la cui crescita è evidente anche qui. Domingos è l’unica, tra le ginnaste esaminate, a non aver avuto picchi particolarmente negativi, sebbene purtroppo non sia bastato per farla qualificare alla finale mondiale.

Vi sono piaciute queste analisi? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti!
Continuate a seguirci: lunedì, nel prossimo articolo, approfondiremo i punteggi delle squadre, offrendo ulteriori spunti di analisi e discussione!

15
4
3
 
Appassionata di sport per DNA, patita di ritmica per scelta.

Condividi

con WhatsApp
con Telegram

Commenti

Tratta tutti con rispetto e cortesia! Questo blog è soggetto a moderazione postuma. Netiquette
Pastorelli
13 Commenti
Più recente
Meno recente Più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Lulu91
2 mesi fa

Scusate se sfrutto questo topic, ma…Maria Pobedushkina si è ritirata. Sigh.

Beatrice Vivaldi
2 mesi fa
Risposta a  Lulu91

Purtroppo era prevedibile, non si vedeva già da un po’. Penso che in generale stiano puntando su ginnaste più giovani, che potrebbero farsi strada quando verrà tolto il ban!

Lulu91
2 mesi fa
Risposta a  Beatrice Vivaldi

peccato però che queste ginnaste non abbiano avuto possibilità internazionali, e lo dico per tutte, Lala inclusa (per quanto, personalmente, non apprezzi il tipo di esercizi che propone). Che sfortuna…

Mirjam
2 mesi fa

A proposito di celebrazioni di fine anno, ecco la trasmissione dell’evento dei Gazzetta Sports Awards 2023, Sofia viene premiata circa dal minuto 10: https://www.la7.it/gazzetta-sports-awards/rivedila7/gazzetta-sports-awards-2023-17-12-2023-519057

Sabà
2 mesi fa

Lavoro stratosferico, grazie! Un recap dell’anno più preciso di così non credo esista🤗
Sono curiosissima di vedere da che punteggi si partirà (e a che punteggi si arriverà) il prossimo anno…

Mr Magoo
2 mesi fa

E vabbè, Mirjam, che posso dirTi? Questo tuo articolo meriterebbe la pubblicazione sulla Gazzetta dello Sport! Siamo fortunati, Beatrice per prima, ad averti come nostra compagna di viaggio.

Theleanansidhe_Chiar
2 mesi fa

Top Mirjam, articolo interessantissimo. Sempre da osservare con interesse l’andamento delle bulgare: da anni notiamo che partono a tutta birra e tendono ad arrivare ai mondiali in fase di leggero calo, pur avendo tutte le carte in regola per competere per la prima posizione

Nina93
2 mesi fa

Interessantissima analisi! Complimenti Mirjam per questo lavorone!
Magnifica la nostra Sofia! Un anno ad altissimo livello e con una costanza esemplare! Non vedo l’ora di vedere i nuovi esercizi! 🤩

Beatrice Vivaldi
2 mesi fa

Grazie Mirjam per questa analisi super dettagliata! Davvero interessante notare il crollo di alcune ginnaste a Valencia, e la crescita di altre!

ppale02
2 mesi fa

Vedendo questa analisi dettagliata, mi chiedo ancora come Varfolomeev abbia migliorato così tanto il suo potenziale realizzativo senza grandi cambiamenti negli esercizi (da 33 in Romania a 35 a Milano in meno di una settimana). Sono anche abbastanza sorpreso di vedere Milena così in basso in classifica o almeno con la palla. Grazie per questa analisi Mirjam, deve esserci voluta un’eternità per raccogliere e calcolare tutti i punteggi

T.vesty
2 mesi fa
Risposta a  ppale02

Varfolomeev Non riesco proprio a prenderla sul serio con le prese a due mani, la mancanza di rotoli lunghi, la gestione sciatta del dispositivo, il gameplay lento e il livello di difficoltà mediocre. Vedo movimenti spigolosi, taglienti e rigidi, inoltre, la sua recitazione è come al rallentatore, come quella di una ragazza più giovane, non c’è carisma e non c’è danza – c’è una serie di elementi con pause intermedie. Non capisco PERCHÉ i suoi voti siano così gonfiati, suona le stesse routine da 2-3 anni e con la stessa qualità di esecuzione, senza alcun cambiamento nelle composizioni e con una differenza di qualche giorno, all’improvviso ottiene 2-3 punti sopra ogni routine?

DeH
2 mesi fa
Risposta a  T.vesty

Sono d’accordo con tutto quello che hai detto, ancora oggi non capisco come le routine apparentemente semplici di Varfolomeev abbiano preso tutto l’oro a Valencia…

Francesca
2 mesi fa

Le analisi sono tutte molto molto interessanti! Certo ci sono i punteggi di una ginnasta che sono lievitati di l’unti interi dall’oggi al domani senza cambiamenti negli esercizi…